Auto


Marche di automobili - Assicurazioni - Batterie - Oli lubrificanti - Pneumatici - Ricambi - Riviste - Varie


Marche di Automobili

Alfa Romeo - Alpina - Aston Martin - Audi - Bentley - BMW - Cadillac - Chevrolet Europa - Chevrolet Italia (ex Daewoo) - Chevrolet USA - Chrysler - Citroën - Daihatsu - De Tomaso - Ferrari 1 - Ferrari 2 - Ferrari 3 - Fiat 1 - Fiat 2 - Ford - General Motor - Honda - Hyundai - Isuzu - Jaguar - Jeep - Kia - Lada - Lamborghini - Lancia1 - Lancia 2 - Land Rover - Lexus - Lexus Italia - Lotus - Maserati - Mazda - Mercedes - MG - Mini - Mitsubishi - Nissan - Opel 1 - Opel 2 - Peugeot - Porsche - Renault - Rolls-Royce - Rover - Saab - Seat - Skoda - Smart - Ssangyong Italia - Ssangyong Motor - Subaru - Suzuki - Tata - Toyota - Volkswagen - Volvo


Assicurazioni

6 Sicuro - Assicurazione OK - Broker On Line - Chiarezza

IMPRESE con sede legale in Italia e sedi secondarie, stabilite in Italia, di imprese con sede legale in uno Stato terzo, soggette al controllo dell'ISVAP, che esercitano l'assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore (ramo 10) e dei natanti (ramo 12) alla data del 10 gennaio 2008 L'elenco ha la finalità di fornire all'utente uno strumento che agevoli l'individuazione ed il collegamento ai siti internet delle imprese, le quali sono responsabili dell'operatività e funzionalità degli stessi, nonché della completezza dei dati ivi pubblicati.

 

DENOMINAZIONE INDIRIZZO WEB
ABC ASSICURA www.abcassicura.it
ALA ASSICURAZIONI
(non autorizzata al ramo 12 r.c natanti)
www.ala-assicurazioni.it
ALLIANZ S.P.A. www.allianzras.it
www.allianzlloydadriatico.it
www.allianzsubalpina.it
ANTONVENETA ASSICURAZIONI www.antonvenetassicurazioni.it
ARCA ASSICURAZIONI www.arcassicura.com
www.arcadirect.com
ASSICURATRICE ITALIANA DANNI www.lassicuratriceitalianadanni.it
ASSICURATRICE MILANESE www.assicuratricemilanese.it
ASSICURATRICE VAL PIAVE www.valpiave.it
ASSICURAZIONI GENERALI www.generali.it
ASSIMOCO www.assimoco.com
AUGUSTA ASSICURAZIONI www.augusta.it
www.augustaassicurazioni.it
AURORA ASSICURAZIONI www.auroraassicurazioni.it
AVIPOP ASSICURAZIONI S.P.A. www.novarassicura.it
AVIVA ITALIA www.avivaitalia.it
AXA ASSICURAZIONI www.axa-italia.it
AXA CARLINK (non autorizzata al ramo 12 r.c natanti) www.axa-carlink.it
AXA MPS DANNI www.axa-mpsdanni.it
BERNESE ASSICURAZIONI www.bernese.it
CAPITALIA ASSICURAZIONI www.capitaliaassicurazioni.it
CARIGE ASSICURAZIONI www.carigeassicurazioni.it
CATTOLICA ASSICURAZIONI www.cattolicaassicurazioni.it
C.I.R.A. S.P.A. www.ciraassicura.it
CREDEMASSICURAZIONI (non autorizzata al ramo 12 r.c natanti) www.credemassicurazioni.it
CREDITRAS www.creditrasassicurazioni.it
DIALOGO ASSICURAZIONI www.dialogo.it
DIRECT LINE
(non autorizzata al ramo 12 r.c. natanti)
www.directline.it
DUOMO UNI ONE www.duomo.it
ERGO ASSICURAZIONI www.ergoitalia.it
EURIZONTUTELA www.eurizontutela.it
FATA ASSICURAZIONI DANNI www.fata-assicurazioni.it
FONDIARIA - SAI www.fondiaria-sai.it
GENERTEL www.genertel.it
GENIALLOYD www.genialloyd.it
GROUPAMA www.groupama.it
HDI ASSICURAZIONI www.hdia.it
HELVETIA www.helvetia.it
INA-ASSITALIA www.inaassitalia.it
INCHIARO  
ITALIANA ASSICURAZIONI www.italiana.it
ITAS ASSICURAZIONI S.P.A. www.gruppoitas.it
ITAS-IST.TRENT. ALTO ADIGE www.gruppoitas.it
LE ASSICURAZIONI DI ROMA (A DI R) www.adir.it
LIGURIA www.liguriassicurazioni.it
LINEAR www.linear.it
MILANO ASSICURAZIONI www.milass.it
NATIONALE SUISSE www.nationalesuisse.it
NAVALE ASSICURAZIONI www.navale.it
NOVIT ASSICURAZIONI (già SEAR) www.novitassicurazioni.it
NUOVA TIRRENA www.nuovatirrena.it
PADANA ASSICURAZIONI S.P.A. www.padanaassicurazioni.it
www.padanaassicurazioni.com
PIEMONTESE S.P.A. www.lapiemontese.it
PROGRESS ASSICURAZIONI www.progressassicurazioni.it
SARA ASSICURAZIONI www.sara.it
SASA www.sasa.it
SIAT www.siat-assicurazioni.com
SOCIETA' REALE MUTUA www.realemutua.it
SYSTEMA www.systemassicurazioni.it
TORO ASSICURAZIONI www.toroassicurazioni.it
TUA www.tuaassicurazioni.it
UBI ASSICURAZIONI (già BPU ASSICURAZIONI) www.ubiassicurazioni.it
UNIPOL www.unipol.it
UNIQA PROTEZIONE (già CARNICA ASSICURAZIONI) www.carnicaassicurazioni.it
VITTORIA ASSICURAZIONI www.vittoriaassicurazioni.com
ZURICH INSURANCE COMPANY www.zurich.com/italia
ZURITEL www.zuritel.it

Batterie

Catalogo con le misure delle batterie


Oli lubrificanti

Le sigle che definiscono la qualità dell'olio lubrificante

L'olio del motore è un prodotto sofisticato, che deve rispondere a precisi requisiti.

Cosa significa 10W40?
È la classificazione SAE (Society of Automotive Engineers, l'associazione degli ingegneri statunitensi dell'auto) per la viscosità. Questa è la caratteristica che determina la resistenza allo scorrimento di un lubrificante: maggiore la resistenza, maggiore la viscosità (praticamente l'olio è più "denso"). Per esprimere la viscosità si utilizzano unità specifiche, ma nel campo dei veicoli si usa la gradazione SAE, che è un numero che rappresenta una classe di viscosità a 100° C (più alto il numero, maggiore è la viscosità). Se essa è rilevata a freddo (-18° C), al numero viene fatta seguire la lettera «W» (Winter, inverno). Oggi tutti gli oli per motore sono multigradi, ovvero rientrano sia in una gradazione SAE a freddo sia in una a caldo: saranno perciò contrassegnati da due numeri e dalla «W», per esempio 10W40. Per scegliere l'olio si deve innanzitutto controllare che la viscosità sia uguale a quella prescritta dalla Casa, oppure sia inferiore a freddo e superiore a caldo. Per esempio: se è prescritto un 20W40, si può usare un 10W50. Ma attenzione: gli oli sintetici di ultima generazione, che hanno viscosità molto bassa per ridurre il consumo di combustibile (OW30, come quella del nuovo Agip «Sint Evolution»), si devono impiegare solo dove espressamente richiesti, perchè potrebbero danneggiare i propulsori piu anziani, non progettati per funzionare con questi lubrificanti.

Qual'è il significato delle sigle come «ACEA A3» oppure «API SJ»?
Tali indicazioni corrispondono alle specifiche qualitative, ovvero a una serie di prove e di parametri fisico-chimici che un lubrificante deve superare per garantire un determinato livello qualitativo e l'idoneità a un certo impiego. Le specifiche qualitative sono state introdotte negli USA nel '47 dall'API (American Petroleum Institute); negli anni 70 seguirono quelle del CCMC (Comitato Costruttori del Mercato Comune), sostituite nel '96 dalle ACEA (l'associazione delle Case europee). Dato che i lubrificanti sono in continua evoluzione, per il miglioramento delle tecniche di fabbricazione e degli ingredienti e per far fronte agli impieghi sempre piu gravosi, le specifiche vengono costantemente aggiornate, fissando prove via via più severe. Anche prodotti da molti anni sul mercato, come il famoso «Sint 2000» dell'Agip, vengono riformulati piu volte nel corso del tempo, per soddisfare le nuove esigenze motoristiche. Le specifiche, quindi, sono strutturate in modo da consentire l'aggiunta di nuovi livelli. Nel caso delle API, ciò viene fatto tramite una sigla di due lettere: la prima indica il tipo di motore (S per i «benzina», C per i diesel), la seconda, in ordine alfabetico, descrive il livello qualitativo. Per queste specifiche, nel caso dei «benzina», vale la regola «la più recente è migliore», quindi se la Casa prescrive un olio SH si possono impiegare anche gli SJ o SL. Ciò non vale sempre per le API relative ai diesel e per le specifiche ACEA, di riferimento per le vetture europee: esse prevedono tre categorie, «benzina», diesel automobilistici e diesel per veicoli pesanti, contrassegnate rispettivamente dalle lettere A, B ed E. Tali categorie sono suddivise in cinque classi, identificate da un numero che va da 1 a 5. La specifica è completata dall'anno di emissione, quindi la sigla completa può essere A3-02/B3-02. Le cinque classi sono relative a impieghi diversi, quindi non è detto che, per esempio, un olio della classe 2 sia migliore di uno della 1 e possa essere utilizzato in luogo di questo.
Da anni, poi, oltre alle API e alle ACEA, sulle confezioni di olio spesso sono presenti le specifiche dei costruttori, come quelle emesse dalla Volkswagen per i modelli del suo Gruppo. Come si nota nella tabella seguente, le specifiche VW sono numerose e molto dettagliate: alcune sono soddisfatte solo da lubrificanti speciali, utilizzati nelle officine autorizzate e reperibili con qualche difficolta. Chiarito che cosa sono le specifiche e come s'interpretano, va precisato che fanno testo le indicazioni riportate nel libretto di uso e manutenzione dell'auto, quindi la scelta dell'olio è conseguente.

Olio sintetico migliore di uno minerale?
In linea di principio i componenti sintetici (non derivati dalla raffinazione del petrolio) hanno caratteristiche migliori delle basi minerali, ma va ricordato che un lubrificante è una miscela di basi (sintetiche o minerali) e additivi, pertanto quello che conta è il risultato, ovvero le specifiche superate dall'olio. In pratica, comunque, i lubrificanti migliori sono quelli parzialmente sintetici (come l'Agip «Sint 2000») oppure interamente sintetici («Sint Evolution»).

Si possono mischiare oli diversi?
È preferibile evitare di mischiare prodotti diversi, tuttavia è possibile per un rabbocco, purchè si impieghino lubrificanti di livello equivalente (che superino le stesse specifiche) e con viscosità simile. Da evitare, invece, l'impiego di additivi: gli oli li contengono già e un'ulteriore aggiunta non verificata con prove al banco può avere effetti dannosi.

L'Europa legifera
Le specifiche Acea (l'associazione delle Case europee) sono il riferimento per gli oli motore delle vetture prodotte in Europa. Suddivise per le auto tra benzina e diesel, hanno classi diverse, identificate dal numero da 1 a 5, cui corrispondono impieghi diversi; sono completate dall'anno di emissione (es. A3-02/B3-02).

Specifiche Acea (A: motori a benzina, B: motori diesel)

A1 Oli a bassa viscosità, per ridurre il consumo di carburante. Non sono adatti a tutti i motori. B1 Oli a bassa viscosità, per ridurre il consumo di carburante. Non sono adatti a tutti i motori.
A2 Lubrificanti di media qualità, per l'impiego in propulsori senza particolari esigenze. B2 Lubrificanti di media qualità, per l'impiego in motori (principalmente a iniezione indiretta) senza particolari esigenze.
A3 Oli di alto livello, per motori di grandi prestazioni, impieghi severi e intervalli di sostituzione prolungati. B3 Oli di alto livello, per motori di grandi prestazioni, impieghi severi e intervalli di sostituzione prolungati.
A4 Riservata ai prossimi impieghi per i motori a iniezione diretta di benzina. B4 Lubrificanti di alta qualitàa, per propulsori ad alte prestazioni a iniezione diretta, impieghi severi e intervalli di sostituzione prolungati.
A5 Oli di alta qualità a bassa viscosità, per intervalli di cambio prolungati. Riducono il consumo di carburante. Non sono adatti a tutti i propulsori. B5 Oli di alta qualità (come il livello B4), ma con bassa viscosità. Riducono il consumo di carburante. Non sono adatti a tutti i propulsori.

Specifiche API (S: motori a benzina, C: motori diesel)

SG Per motori di auto e veicoli commerciali leggeri a partire dal 1989. Migliore detergenza, protezione contro l'usura e la corrosione rispetto agli oli con la precedente specifica SF. CF Emessa nel 1994. Per motori a iniezione indiretta, funzionanti anche con gasolio ad alto tenore di zolfo. Gli oli con specifica CF possono essere impiegati ove prescritta la CD.
SH Stesse caratteristiche dei lubrificanti al livello SG, ma con diversi e piu severi test di verifica delle loro prestazioni. CF-2 Per motori diesel a due tempi (non presenti in Europa) in impieghi severi.
SJ Lubrificante pari al livello SH, sviluppato però seguendo un nuovo percorso di sperimentazione fissato dall'API. CF-4 Emessa nel 1990. Per motori aspirati e turbo. Sostituisce le CD e CE.
SL Specifica emessa nel luglio 2001. Migliore stabilità all'ossidazione e maggiore pulizia del motore, consumi di olio e di benzina più ridotti. CG-4 Introdotta nel 1995. Per motori sottoposti a impieghi severi e alimentati con gasolio a tenore di zolfo inferiore allo 0,5%. Sostituisce CD, CE e CF-4.
    CH-4 Dal 1998. Identifica lubrificanti con prestazioni superiori a CF-4, CG-4 e CH-4.
    CI-4 Emessa nel 2002. Da impiegare con gasoli aventi tenore di zolfo inferiore a 0,05%, ha caratteristiche superiori alle CF-4, CG-4 e CH-4.

Qualità crescente
Le specifiche API (American Petroleum Institute) risalgono al 1947, ma hanno assunto la forma attuale, che prevede una sigla di due lettere eventualmente integrata da un numero, nel '70. Sono calibrate sui veicoli e sull'impiego tipici degli Usa e nel caso degli oli per i «benzina» l'ordine alfabetico (sono state omesse le specifiche più vecchie, ormai obsolete, da SA a SF e da CA a CE) rispetta la qualità del lubrificante, ovvero più alta è la seconda lettera della sigla, migliori sono le prestazioni. Ciò non sempre vale per i diesel.


Pneumatici

Bridgestone/Firestone - Dunlop - Michelin - Pirelli - Yokohama

Vendita pneumatici

Euro Import Pneumatici - Gomma Diretto

 

Codici, consigli e sigle degli pneumatici:

Acquaplaning
Con questo nome viene chiamata quella pericolosissima situazione che si crea quando un velo d'acqua si pone tra fondo stradale e pneumatico, impedendo di conseguenza il contatto tra i due. Ciò accade con maggiore facilità nel caso che l'acqua sia molta, come in caso di uno scarso drenaggio del fondo stradale, ed è direttamente proporzionale alla velocità del veicolo. Questo, infatti, con la sua velocità, tende a "volare", diminuendo il suo peso sul fondo stradale e aumentando la possibilità di formazione di un velo d'acqua tra pneumatici ed asfalto.
In caso di acquaplaning, l'unica cosa da fare è diminuire la pressione sul pedale dell'acceleratore, rallentando senza assolutamente frenare, in modo che le ruote tornino ad "affondare" nell'acqua, riprendendo contatto con il fondo stradale.
Se, come succede spesso, sono solo due le ruote che si trovano nella situazione di acquaplaning, occorre tenere il volante in modo molto saldo, poichè tenderà a "girare" repentinamente verso il lato della pozzanghera.

Consumo irregolare
Anche se le ruote sono perfettamente bilanciate, il battistrada può consumarsi in maniera irregolare, quindi con un' usura non uniforme. Ciò può essere causato da una pressione di gonfiaggio eccessiva (maggior consumo al centro), oppure insufficiente (maggior consumo ai lati del battistrada). Altri motivi di un consumo irregolare possono essere uno stile di guida troppo "aggressivo", strade tortuose o una scorretta regolazione di convergenza e campanatura.
Per migliorare la resa chilometrica dei pneumatici, è possibile scambiare le ruote anteriori e quelle posteriori, magari mantenendole sullo stesso lato veicolo, per non invertirne il senso di rotazione, ogni diecimila chilometri circa.

Direzione di rotolamento
Il battistrada viene progettato perseguendo diversi obiettivi, la tenuta laterale, la capacità di far presa in senso longitudinale (il cosiddetto grip), la rumorosità, la capacità di far fuoriuscire l'acqua. Per queste ragioni il pneumatico deve essere installato sul cerchio controllando che la direzione di rotolamento sia quella giusta. La direzione viene indicata da una piccola freccia, stampata sulla spalla del pneumatico. Montare il pneumatico un modo errato può provocare problemi di tenuta nella ruota e nel veicolo.
Specialmente viaggiando con la pioggia, il pneumatico può scongiurare una parte del fenomeno dell'acquaplaning solo se è montato in modo corretto.

Età degli pneumatici
I pneumatici non devono superare i sei anni di età, in particolare perché oltre tale limite non sono in grado di garantire la necessaria resistenza allo scoppio, e questo vale soprattutto per usi gravosi, come ad esempio quello imposto dalle roulotte, che viaggiano praticamente sempre a pieno carico e con i pneumatici spesso "ovalizzati" da lunghi periodi di sosta nella stessa posizione. La data di costruzione si ricava facilmente leggendo un numero di quattro cifre (spesso abbinato alla sigla DOT) stampato sul fianco: le prime due indicano la settimana, le ultime due l'anno di produzione. La raccomandazione è data anche dall'autorevole Associazione dei Costruttori Tedeschi (VDWH).

Pressione
Durante l'uso, il pneumatico modifica continuamente la sua forma, adeguandosi continuamente alla forma del suolo. Tutto questo genera attrito e provoca un surriscaldamento del pneumatico. È quindi fondamentale tenere sotto controllo la pressione di gonfiaggio, adeguandola a quanto indicato dal costruttore. La misurazione va effettuata a pneumatici freddi, dopo aver percorso, al massimo, due o tre chilometri a velocità molto moderata.
La pressione troppo bassa aumenta l'attrito, fa aumentare i consumi, peggiora il comportamento del veicolo ed accorcia la durata del pneumatico.
La pressione eccessiva diminuisce le capacità di assorbimento della ruota, rende il veicolo più diretto (a scapito del confort), diminuisce la durata del pneumatico.

Spessore
Secondo il codice della strada, i pneumatici vanno sostituiti quando lo spessore residuo del battistrada è inferiore 1,6 millimetri. Da ricordare che quando, passando dagli iniziali 7 o 8 millimetri, il battistrada scende a 3 millimetri di spessore, le prestazioni del pneumatico non possono più essere le stesse del pneumatico originale. Soprattutto in caso di maltempo (pioggia, neve, fanghiglia, fondi viscidi e scivolosi) la tenuta di strada può ridursi sensibilmente.
Il raggiungimento dello spessore minimo del battistrada può essere rilevato, oltre che con specifici strumenti di misurazione, controllando gli indicatori di consumo, chiamati TWI (Tread Wear Indicator), piccole tacche poste di traverso sugli incavi del battistrada, che indicano la necessità di sostituire il pneumatico quando raggiungono il livello del battistrada residuo.

I "codici" degli pneumatici

Ecco un esempio di una sigla che trovate sul fianco di ogni pneumatico
(per esempio,
195/70 R 14 85 H):

195 = indica la larghezza della sezione del pneumatico, espressa in millimetri (da fianco a fianco)
70 = indica la serie del pneumatico (il rapporto percentuale tra altezza della spalla, o fianco, e larghezza della sezione)
R = indica la costruzione radiale
14 = indica il diametro del cerchio in pollici (il cosiddetto calettamento)
85 = indica l'indice di carico
H = indica il codice della velocità massima

Ecco alcuni valori nella scala degli indici di carico
(il carico massimo ammesso su un pnematico, seguito dal codice 'LBS' sul lato del pneumatico)

60 = 250 Kg
66 = 300 Kg
76 = 400 Kg
84 = 500 Kg
90 = 600 Kg
95 = 690 Kg
98 = 750 Kg
100 = 800 Kg
102 = 850 Kg
103 = 875 Kg
105 = 925 Kg
108 = 1000 Kg
110 = 1060 Kg
113 = 1150 Kg
116 = 1250 Kg
118 = 1320 Kg
120 = 1400 Kg
122 = 1500 Kg
126 = 1700 Kg

I codici di velocità indicano pneumatici adatti alle seguenti velocità:
j = 100 km/h
K = 110 km/h
L = 120 km/h
M = 130 km/h
N = 140 km/h
P = 150 km/h
Q = 160 km/h
R = 170 km/h
S = 180 km/h
T = 190 km/h
H = 210 km/h
V = 240 km/h
W = 270 km/h
Y = 300 Km/h
VR = oltre 210 Km/h
ZR = oltre 240 Km/h

Sempre sul fianco del pneumatico compare anche una dicitura relativa al massimo peso ammessibile, ad esempio:
MAX LOAD SINGLE 2.095 LBS AT 65 PSI COLD
MAX LOAD DUAL 1.985 LBS AT 65 PSI COLD

Questa indicazione indica il massimo peso ammesso sul pneumatico, espresso in libbre (1 Kg = 1 libbra per 0,453), e la pressione in PSI (Pounds Square Inch, cioè libbre per pollice quadrato), che si trasforma in atmosfere o bar moltiplicando il valore indicato per 0,07, alla quale il pneumatico va gonfiato per sopportare tale peso: in entrambi i casi si tratta di valori massimi, quindi da non superare.
Nell'esempio precedente, 2.095 lbs significano 949 Kg, e 65 PSI diventano 4.5 bar.

Single o dual è riferito all'uso di un pneumatico singolo o in coppia (gemellato), mentre cold ricorda che la pressione va misurata a freddo.


Ricambi

Daparto (motore di ricerca per autoricambi)


Riviste

Auto Motor und Sport - Quattroruote - Tutto Turismo - Vendo & Compro


Varie

ACI Automobile Club d'Italia - ASI Automotoclub Storico Italiano - Car sharing - Club Australiano dello Steyr Puch "Haflinger" - Corsi di guida di Quattroruote - Federazione Italiana Fuoristrada - Notizie sullo Steyr Puch "Haflinger" - Polizia di Stato (Database online veicoli rubati - Database via SMS auto rubate) - Storia del Fuoristrada - Ministero dei Trasporti - World's Vehicle Documents (Una guida alle truffe in campo automobilistico, come patenti, auto rubate ecc.)

Controllo veicoli rubati:

Come fare
Digitate la lettera T sul display del vostro telefonino poi uno spazio vuoto e il numero di targa dell’automobile o della moto sospetta.
Inviate il messaggio al numero +39 320 3885858 e aspettate. Pochi secondi dopo vi arriverà un messaggio che ha come mittente "Mininterno" con le informazioni che desiderate. Se il mezzo non risulta segnalato (almeno fino al periodo indicato) alle forze di polizia vi arriverà un sms con il seguente testo:
  • La targa richiesta non risulta nell'archivio dei veicoli rubati

Se invece per la macchina, o moto che sia, è stata fatta una denuncia di furto questo è l’esempio di un messaggio che potrebbe arrivarvi:

  • Trovato:FURTO Targa: RM1H0217 telaio:NON PRESENTE modello:AUTOBIANCHI Y10 AUTOVETTURA Denuncia: 08/04/1997 c/o Commissariato Salario Parioli - Roma dati al: 21/11/2003

In questo caso se si desiderano ulteriori informazioni o se si vuole segnalare un'auto sospetta bisogna rivolgersi al più vicino ufficio di Polizia (113) o dei Carabinieri (112).

Come sostituire le targhe automobilistiche scolorite:
la circolare MOT6/1098/60G1 del 20 febbraio 2002, autorizza la sostituzione gratuita dei pannelli scoloriti.

Targhe Internazionali:

Continenti:

AF AFRICA
AS ASIA
CA CENTRAL AMERICA
EU EUROPA
NA NORTH AMERICA
OC OCEANIA
SA SOUTH AMERICA

 

CP (Car Plates) Stato Capitale Continente
A Osterreich (Austria) Wien EU
AFG Afghanistan Kabul AS
AL Shqiperia (Albania) Tirana EU
AN Angola Luanda AF
AND Andorra Andorra La Vella EU
ARM Armenia Erewan EU
AUS Australia Camberra OC
AZ Azarbaycan (Azerbaigian) Baku AS
B Belgie/Belgique (Belgio) Bruxelles/Brussel EU
BD Bangladesh Dhaka AS
BDS Barbados Bridgetown CA
BF Burkina Faso Ouagadougou AF
BG Balgarija (Bulgaria) Sofia EU
BH
(BZ)
Belize Belmopan CA
BHT? Bhutan Thimpu/Punakha AS
BIH Bosna I Hercegovina (Bosnia Erzegovina) Sarajevo EU
BOL Bolivia La Paz SA
BR Brazil (Brasile) Brasilia SA
BRN Bahrein Manama AS
BRU Brunei Darussalam Bandar Seri Begawan AS
BS Bahamas Nassau CA
BVI British Virgin Islands Road Town CA
BY Belarus (Bielorussia) Minsk EU
C Cuba Havana CA
CAM
(RUC)
Cameroun Yaoundè AF
CDN Canada Ottawa NA
CH Schweiz/Confederation Helvetique (Svizzera) Bern EU
CI Cote D’ivoire (Costa d'avorio) Abidjan AF
CL Sri Lanka Colombo AS
CO Colombia Santa Fe De Bogota’ SA
COM? Comores Moroni AF
CR Costa Rica San Jose CA
CV Cabo Verde (Capo Verde) Praia AF
CY Ciprus (Cipro) Lefkosia AS
CZ Ceska Republika (Repubblica Ceca) Praha EU
D Deutschland (Germania) Berlin EU
DK Danmark (Danimarca) Kobenhavn EU
DOM Repubblica Dominicana Santo Domingo CA
DPR Konghwa-Guk (North Korea/Corea del nord) Pyeongyang AS
DY Benin (Ex Dahomey) Porto Novo AF
DZ Algerie (Al Jaza’iriya/Algeria) Algeri (Al Djezair) AF
E Espana (Spagna) Madrid EU
EAK Kenya Nairobi AF
EAT Tanzania/Tanganica Dar Es Salaam AF
EAU Uganda Kampala AF
EAT Tanzania/Zanzibar Zanzibar AF
EC Ecuador Quito SA
ER Eritrea Asmara AF
ES El Salvador San Salvador CA
EST Eesti (Estonia) Tallinn EU
ET Egypt (Egitto) Cairo AF
ETH Ethiopia (Etiopia) Addis Abeba AF
F France (Francia) Paris EU
FIN Suomi-Finland (Finlandia) Helsinki EU
FJI Fiji Suva OC
FL Liechtenstein Vaduz EU
FO Faroer Thorshavn EU
G Gabon Libreville AF
GB Great Britain (Inghilterra) London EU
GBA Alderney Aurigny EU
GBG Guernsey Saint Peter Port EU
GBJ Jersey Saint Helier EU
GBM Isle Of Man Douglas EU
GBZ Gibraltar (Gibilterra) Gibraltar EU
GCA Guatemala Guatemala CA
GE Georgia Tbilisi AS
GH Ghana Accra AF
GR Hellas (Grecia) Athina EU
GUY Guyana Georgetown SA
H Magyarorszag (Ungheria) Budapest EU
HK Hong Kong Victoria AS
HKJ Jordanie (Giordania) Amman AS
HR Hrvatska (Croazia) Zagreb EU
I Italia Roma EU
IL Israel Gerusalemme AS
IND India New Delhi AS
IR Iran Teheran AS
IRL Ireland (Eire/Irlanda) Dublin (Baile Atha Cliath) EU
IRQ Irak Baghdad AS
IS Island (Islanda) Reykjavik EU
J Nippon (Giappone) Tokyo AS
JA Jamaica Kingston CA
K Kampuchea (Cambogia) Phnom Penh AS
KS Kyrgyzstan (Kirghizistan) Biskek AS
KWT Kuwait Al Kuwait AS
KZ Qazaqstan (Kazakistan) Almaty AS
L Luxembourg Luxembourg EU
LAO Lao Vientiane AS
LAR Libiya (Libia) Tripoli AF
LB Liberia Monrovia AF
LS Lesotho Maseru AF
LT Lietuva (Lituania) Kaunas EU
LV Latvija (Lettonia) Riga EU
M Malta Valletta EU
MA Maghreb Rabat AF
MAL Malaysia Kuala Lumpur AS
MC Principato di Monaco Monaco EU
MD Moldavia Chisinau EU
MEX Mexico (Messico) Mexico City CA
MK Makedonija (Macedonia) Skopje EU
MOC Mocambique (Mozambico) Maputo AF
MON? Mongolia Ulan Bator AS
MS Mauritius Port Louis AF
MW Malawi Lilongwe AF
MYA
(BUR)
Myanmar (Burma) Rangoon AS
N Norge (Norvegia) Oslo EU
NA Antille Olandesi Willemstad SA
NAM Namibia Windhoek AF
NAU Nauru Yaren OC
NEP Nepal Katmandù AS
NIC Nicaragua Managua CA
NL Nederland (Olanda) Amsterdam / ‘S-Gravenage EU
NZ New Zealand (Nuova Zelanda) Wellington OC
OMAN Oman Mascate AS
P Portugal (Portogallo) Lisboa EU
PA Panama Panama CA
PE Peru Lima SA
PK Pakistan Islamabad AS
PL Polska (Polonia) Warszawa EU
PNG Papua New Guinea Port Moresby OC
PY Paraguay Asuncion SA
Q Quatar Doha AS
RA Argentina Buenos Aires SA
RB Botswana Gaborone AF
RC Taiwan Taipei AS
RCA Republique Centrafricaine Bangui AF
RCB Congo Brazzaville AF
RCH Chile (Cile) Santiago SA
RG Guinea Conakry AF
RGB? Guinea Bissau Bissau AF
RH Haiti Port Au Prince CA
RI Indonesia Jakarta AS
RIM Muritanya Nouackott AF
RL Lubnan (Libano) Beirut AS
RM Madagascar Antananarivo AF
RMM Mali Bamako AF
RN Niger Niamey AF
RO Romania Bucarest EU
ROK TaehanminGuk (South-Korea/Corea del sud) Seul AS
ROU Uruguay Montevideo SA
RP Philippines (Filippine) Manila AS
RSM Repubblica di San Marino San Marino EU
RU Burundi Bujumbura AF
RUS Rossija (Russia) Moskva EU
RWA Ruanda Kigali AF
S Sverige (Svezia) Stockholm EU
SA Saudi Arabia Riyadh AS
SD Swaziland Mbabane AF
SGP Singapura Singapura AS
SK Slovensko (Repubblica Slovacca) Bratislava EU
SLO Slovenija (Slovenia) Ljubljana EU
SME Suriname Paramaribo SA
SN Senegal Dakar AF
SO Somalia Mogadiscio AF
SUD As Sudan Khartoum AF
SY Seychelles Victoria AF
SYR Suriyah (Siria) Damasco AS
T Thailand (Pratet T’hai) (Thailandia) Bangkok AS
TCH Chad N'Djamena AF
TG Togo Lomè AF
TJ Tajikistan (Tagikistan) Dusanbe AS
TM Turkmenistan Asgabat AS
TN Tunisia Tunisi AF
TR Turkiye (Turchia) Ankara AS
TT Trinidad-Tobago Port of Spain SA
TUVALU Tuvalu Vaiaku OC
UA Ukrajina (Ucraina) Kyjiv EU
UAE United Emirates of Arabia Abu Dhabi AS
USA United States Of America Washington NA
UZ Uzbekistan Toskent AS
V Vaticano Città Del Vaticano EU
VN Vietnam Hanoi AS
VRC Zhong Guo (China/Cina) Beijing AS
WAG Gambia Banjul AF
WAL Sierra Leone Freetown AF
WAN
(NGR)
Nigeria Abuja AF
WD Dominica Roseau CA
WG Grenada Saint George’s CA
WL St.Lucia Castries CA
WS Samoa Apia OC
WV St.Vincent E Grenadine Kingstown CA
YAR Yemen San’a AS
YU Jugoslavija Beograd EU
YV Venezuela Caracas SA
Z Zambia Lusaka AF
ZA Republic of South Africa Cape Town AF
ZRE Rep. Democratique du Congo (Zaire) Kinshasa AF
ZW Zimbabwe Harare AF

Note:
"?": Targhe non ufficiali
(...): Targhe che sono cambiate


Indietro alla Pagina dei Links

Indietro alla Home Page